cooperativa pescatori Borgo Marina Cervia la fenice
HOME LE FAMIGLIE QUALCHE STORIA I SOPRANOMI I PERSONAGGI LE FOTO CONTATTO CERCA
Spaziatore Farabegoli


troncossi

Borgo marina.
Vale a dire le abitazioni dei pescatori, si estendeva dalla Torre San Michele alla spiaggia, costeggiando il canale. Si trovavano all'inizio le famiglie della Zulina, dei Penso , dei Tiozzi, dei Ranzato, dei Guidotti, dei Modanesi e dei Mazzanti. Nei pressi operava e opera un forno, che al mattino spandeva il suo profumo per tutto il borgo . Dietro al forno c'erano le famiglie dei Bonaldo e dei Zanini: Seguiva poi la bottega dei generi alimentari di Annita Ricci; dietro la bottega i Folli e i Penso. Seguivano poi altre abitazioni di Modanesi, Zanini (il cuoco dei finanzieri), le case dei Lunardini, Ferroni; poi i Tiozzi e dietro l'osteria dell'Orto le famiglie Foli Zannini, Bellini e Ranzato: Appresso il negozio del barbiere Ponti, la famiglia Piraccini, il deposito di ferramenta e legnami di Bellini e la famiglia dei Foli.. Dietro alle loro abitazioni c'era la falegnameria di Guerrini e i Lanza. Si proseguiva con la famiglia Lucchi che vendeva il pesce. Poi ancora la famiglia Medri, Bacci, Bonaldo e la bottega di Penso “Garganel” (venditori di oggetti vari e generi alimentari). A fianco, la tabaccheria dei Casanova, poi i Bertoni, i Cecchini, i Penso, i Rinaldini e ancora una famiglia Penso. Dopo lo squero si trovavano le case dei Padoan, dei Bellucci e il cantiere Sartini-De Cesari e infine i Ravagnan e gli Aleotti. Sull'altro lato della strada, vicino al canale si ergeva un edificio adibito a mercato del pesce, poi le abitazione degli Evangelisti, dei Padoan, dei Beltrami e un poco più avanti risiedevano i Taddei, i Penso, i Fioravanti, i Girometti, i Sartini, i Soprani, Lunardini, Ranzato e Giovannetti.
Articolo Di. Alfio Troncossi
Da : Le nostre radici nei pesci
foto  


freccia sito Farabegoli ritorna



  © Farabegoli Fiorenzo